Sensibilizzare istituzioni, mondo scientifico e opinione pubblica sulle più recenti evidenze scientifiche a sostegno dell’utilità della vitamina D nella prevenzione e nel trattamento di Covid-19. Questo l’obiettivo di un documento inviato ad autorità sanitarie nazionali e regionali, messo a punto da un gruppo di lavoro di 135 medici istituito dall'Accademia di medicina di Torino, sotto il coordinamento del suo presidente Giancarlo Isaia e di Antonio D’Avolio, docenti, rispettivamente, di geriatria e farmacologia all'Università di Torino.

Un elevato consumo di vitamine A, E e D si rivela protettivo nei confronti di affezioni a carico delle vie respiratorie. Questi i risultati, pubblicati su Bmj nutrition prevention & health, di un’analisi osservazionale condotta in Uk su circa 6 mila soggetti afferenti al National diet and nutrition survey rolling programme, indagine che dal 2008 recluta, ogni anno, 1.000 adulti distribuiti in diverse aree del Regno Unito, raccogliendone i dati delle abitudini alimentari.

Si susseguono pubblicazioni sul ruolo della vitamina D in caso di Covid-19. L’ultima, su Clinical Nutrition, riguarda uno studio osservazionale, prospettico, condotto presso l’Ospedale San Matteo di Pavia, tra i centri di riferimento Covid lombardi.

Chi vuole studiare a fondo il mondo delle vitamine non può non consultare Molecular Nutrition: Vitamins (V. Patel; Academic Press; 792 pp; 145 Euro), volume interamente dedicato agli aspetti molecolari e funzionali delle vitamine A, B, C, D, E e K. Se ne comprenderà la struttura ma soprattutto il ruolo giocato nei principali meccanismi di funzionamento cellulare, da quelli di segnale e di trasporto, alla replicazione e all’apoptosi con una parte finale dedicata al controllo dei meccanismi di trascrizione genetica da parte della vitamina B e D e al rapporto tra vitamine ed epigenetica. Tre i macrocapitoli: aspetti generali delle vitamine; biologia molecolare della cellula; la “macchina” genetica e le sue funzioni. L’Autore, Vinood Patel, è docente di Biochimica clinica alla University of Westminster di Londra.

Pagina 1 di 11
Top
Questo sito utilizza i cookies, che consentono di ottimizzarne le prestazioni e di offrire una migliore esperienza all'utente. More details…