Esiste un solido legame tra microbiota intestinale e cancro del pancreas, tanto che l'integrazione con prebiotici, probiotici tradizionali, probiotici di nuova generazione, simbiotici e terapie come il trapianto di microbiota fecale sono oggi nuove strategie terapeutiche molto studiate nei pazienti colpiti dalla malattia.

È Donato Angelino, ricercatore della Facoltà di Bioscienze e tecnologie agro-alimentari e ambientali dell’Università di Teramo, il recente vincitore del Premio “Pietro Antonio Migliaccio” per la ricerca in alimentazione e nutrizione umana della Sisa (Società italiana di scienze dell’alimentazione). Un riconoscimento, negli obiettivi, all’impegno di giovani ricercatori “che abbiano pubblicato, su riviste scientifiche internazionali, lavori scientifici innovativi, originali, di grande impatto mediatico e in grado di aprire nuovi orizzonti nel campo dell’alimentazione e della nutrizione umana".

Si intitola “Stile di vita, alimentazione e integrazione nell’epoca del Covid-19. Lo stato dell’arte”, la review che Andrea Poli, presidente di Nutrition Foundation of Italy, ha pubblicato di recente sul sito Integratori e Benessere di Integratori Italia, con l’obiettivo di dare un contributo al dibattito sul ruolo dell’integrazione mirata a supporto del sistema immunitario.

Per anni sottovalutato dalla scienza, il microbiota, con il suo genoma, è oggi considerato la chiave di volta della salute, un vero e proprio «organo in più» con un'influenza radicale sul nostro benessere e sul funzionamento del nostro sistema immunitario.  Stress, cattiva alimentazione e stile di vita lo modificano, influendo negativamente sulle nostre difese e causando disturbi di varia natura.

Pagina 1 di 4
Top
Questo sito utilizza i cookies, che consentono di ottimizzarne le prestazioni e di offrire una migliore esperienza all'utente. More details…