Dal prossimo 8 aprile entrerà in vigore il nuovo regolamento Ue che di fatto sancirà brusco stop alla vendita dei derivati dell’idrossiantracene, naturalmente presenti nell’aloe e nella senna.

Presentata lo scorso gennaio da Ehpm, la Federazione europea che rappresenta il settore degli integratori alimentari, una proposta di revisione dei criteri continentali di valutazione per l’attribuzione di claim salutistici ai prodotti contenenti estratti vegetali, i cosiddetti botanicals.

A maggio 2020 la Commissione europea ha presentato Farm to Fork, il piano decennale che, entro il 2030, è destinato a modificare il sistema agroalimentare garantendo ai cittadini cibi più sani e sostenibili.

Via libera da parte dell’Efsa (Agenzia europea per la sicurezza alimentare) ai primi prodotti commestibili a base di insetti. Toccherà ora alla Commissione europea autorizzarne la commercializzazione e ai singoli Paesi membri definirne tempi e modalità. La svolta nelle scorse settimane quando, per la prima volta dal 2018, anno in cui è entrato in vigore il nuovo regolamento sui novel food, l’Efsa ha pubblicato il suo giudizio su profilo tossicologico, rischio di allergie, processo di allevamento e trasformazione delle larve essiccate di Tenebrio molitor detta anche “larva della farina”, dopo richiesta di un’azienda francese.

Pagina 4 di 8
Top
Questo sito utilizza i cookies, che consentono di ottimizzarne le prestazioni e di offrire una migliore esperienza all'utente. More details…