L’Italia vanta il più grande mercato degli integratori alimentari in Europa, oltre un quarto del suo totale, con attese di sfiorare i 5 miliardi di vendite nel 2025 e le prospettive di crescita mondiale sono molto favorevoli: quasi l’8% di crescita media annua, per un mercato globale vicino ai 240 miliardi dollari nel 2027. Questi i dati ribaditi di recente da Integratori & Salute, l’associazione nazionale che rappresenta il comparto degli integratori alimentari. Molti, però, si interrogano sulle reali evidenze scientifiche che giustificano un tale consumo, come sottolineato nel corso del XII congresso nazionale Sinut (Società italiana di nutraceutica) tenutosi nei giorni scorsi a Bologna.

Si terrà il prossimo 23 settembre a Milano, presso l’aula magna del dipartimento di Scienze farmaceutiche dell’Università statale, il Simposio nazionale della Società italiana formulatori in nutraceutica (Sifnut).

Si terrà a Bologna dal 15 al 17 settembre, presso l’Hotel Savoia Regency, il 12.mo congresso nazionale della Società italiana di nutraceutica (Sinut).

Dopo il lungo periodo di pausa causato dalla pandemia Covid-19, riprendono le giornate di studio organizzate nell'ambito del Master di II livello in "Prodotti Nutraceutici: dalla ricerca e sviluppo al marketing" promosso dal dipartimento di Farmacia dell’Università di Napoli Federico II. L’appuntamento è per il 10 giugno prossimo, con un incontro dal titolo “Certifichiamo la sana cultura sportiva: impatto del doping sulla salute fisica e mentale", organizzato in collaborazione con l’Associazione No doping life.

Pagina 1 di 8
Top
Questo sito utilizza i cookies, che consentono di ottimizzarne le prestazioni e di offrire una migliore esperienza all'utente. More details…