Quasi sei italiani su dieci usano gli integratori come prevenzione e aiuto per uno stile di vita bilanciato. In particolare, per rafforzare il sistema immunitario e per il supporto fisico, mentre le principali aree di intervento, a disturbo presente, sono legate a stress, stati d’ansia, problemi legati al sonno. Nel 2020, inoltre, il mercato ha acquistato quasi il 12 % di consumatori cosiddetti new comer, ovvero nuovi al mondo degli integratori.

 

Non esistono a oggi elementi per ritenere che l’aumento del rischio di fibrillazione atriale possa riguardare anche le persone sane che utilizzano integratori di Omega-3.
Così Integratori Italia, associazione che rappresenta l’industria del settore in seno a Union Food, afferente a Confidustria, sottolinea in un comunicato emesso dopo la pubblicazione sull’European heart journal – Cardiovascular pharmacotherapy, nei giorni scorsi, di una metanalisi in cui si evidenziava il rischio di comparsa di fibrillazione atriale con l’impiego di integratori a base di olio di pesce.

L’emergenza coronavirus ha portato una significativa riduzione dell’accesso in ospedale da parte di pazienti affetti da patologie non Covid-19. Tutto questo ha avuto un impatto rilevante anche sulla nutrizione medica a supporto dei malati oncologici, con un drastico peggioramento nel loro stato di nutrizione, a causa probabilmente dei ritardi nell’assistenza clinica o delle difficoltà nel procurarsi un supporto nutrizionale adeguato a causa del lockdown.

Le vitamine, best seller da sempre, ma anche alcune categorie “nuove”, come quelle legate al miglioramento del riposo notturno e al rafforzamento delle difese immunitarie, hanno visto un’accelerata delle vendite in questo periodo di emergenza Covid-19. A segnalarlo un’analisi resa nota nei giorni scorsi, condotta da Integratori Italia – Unione Italiana Food, che ha elaborato i dati di New line ricerche di mercato, e Avedisco, Associazione vendite dirette servizio consumatori.

Pagina 2 di 4
Top
Questo sito utilizza i cookies, che consentono di ottimizzarne le prestazioni e di offrire una migliore esperienza all'utente. More details…