Nutritional Epigenomics (B. Ferguson; Academic Press; pp.478; 127 Euro) offre una panoramica completa dell'interazione cibo/Dna e di come questa agisca sui processi fisiopatologici dell’organismo.

Nutrienti come farmaci, ovvero molecole in grado di interagire con gli stessi recettori cellulari modulando l’azione del sistema immunitario. Risultato? A seconda di ciò che mangiamo, si otterranno effetti pro o antinfiammatori e la conoscenza di questi meccanismi potrebbe rappresentare la nuova strada per combattere le malattie cosiddette non trasmissibili, in grande crescita nei paesi occidentali.

“Un lungo viaggio, che percorre innumerevoli strade convergenti in un unico punto comune a tutte le culture e a tutti i tempi: la ricerca di ciò che rende felice l'essere umano, di ciò che riempie il suo tempo di pace e di gioia”.

La Scuola di studi superiori in alimenti e nutrizione dell’Università di Parma e Fondazione Airc per la ricerca sul cancro, promuovono “Approccio evidence-based alla nutrizione nella prevenzione e gestione della malattia neoplastica”, corso di formazione destinato ai professionisti della salute (medici, biologi nutrizionisti, dietisti, farmacisti) in programma dal 26 al 28 Novembre 2021.

Pagina 1 di 7
Top
Questo sito utilizza i cookies, che consentono di ottimizzarne le prestazioni e di offrire una migliore esperienza all'utente. More details…