Microbiota e salute: il cibo è la migliore medicina

Quello sull’intestino è oggi uno dei campi di ricerca più indagati: sappiamo quanto il microbiota intestinale abbia notevole influenza sul nostro stato di salute e quanto la dieta ne influenzi la composizione. Dall’incontro tra una politologa, una copywriter e Stig Bengmark, già docente presso la Facoltà di Medicina dell’Università di Lund, in Svezia, e Primario di Chirurgia presso l’Ospedale della stessa città nasce, qualche tempo fa, un blog che pende spunto dagli studi del professore su come sia possibile per l’uomo raggiungere la piena efficienza e il funzionamento ottimale della flora batterica. Un blog curato per due anni, 24 ore al giorno, che ha accompagnato l’evoluzione della ricerca in questo campo e i cui contenuti sono stati raccolti in Food Pharmacy. Il cibo è la migliore medicina (Mia Clase, Lina Nertby Aurell, Noi Edizioni, 184 pp. 18 Euro).

Lina Nertby Aurell, laureata in scienze politiche e impiegata nel business development e Mina Clase, direttore creativo di un’agenzia pubblicitaria di Stoccolma hanno iniziato a farsi domande su alimentazione e salute, scoprendo quanto sia importante il ruolo del microbiota intestinale per vivere sani e a lungo. Il libro fornisce le basi per conoscere il legame che intercorre tra il microbiota intestinale, l’infiammazione cronica e la nostra salute e soprattutto il legame tra questi elementi e il modo in cui, attraverso l’alimentazione, possiamo contribuire allo stato di salute del nostro microbiota e dell’organismo in generale.

Top
Questo sito utilizza i cookies, che consentono di ottimizzarne le prestazioni e di offrire una migliore esperienza all'utente. More details…