Una guida al mangiar sano e contro i falsi miti sulla dieta

“È la risposta a chi si chiede se vi siano evidenze scientifiche sull'alimentarsi in modo "normale", senza strafare

, seguendo stili di vita salutari, per stare bene, prevenire le malattie e recuperare la forma fisica”.

Così descrive DietaSalute Pierangelo Garzia, giornalista che, insieme al collega Edoardo Rosati, ha coadiuvato l’endocrinologa Cecilia Invitti e la biologa-nutrizionista Raffaella Cancello, entrambe dell’ Istituto Auxologico Italiano, nella realizzazione del volume.

“Con l'amico e compagno di lavoro di lungo corso, Edoardo Rosati, ci siamo preoccupati di rendere comprensibili, godibili e soprattutto tutti i testi scientifici che Cecilia e Raffaella scrivevano e ci passavano di volta in volta. Tartassandole, inoltre, al limite della resistenza psicofisica, con domande che ognuno di noi può sollevare su questi temi, le cui risposte si sono tradotte in altrettanti box esplicativi. Tra i perché del libro, sicuramente i risultati dello studio osservazionale dal titolo "Effetti sulla salute dei rischi alimentari in 195 paesi, 1990-2017: un'analisi sistematica per lo studio Global Burden of Disease 2017" pubblicato recentemente dalla rivista "The Lancet". Si stima che undici milioni di decessi all'anno in tutto il mondo siano dovuti a diete malsane con assunzione di bevande troppo zuccherate o troppo poche verdure. Il problema principale della dieta non sana, scrivono i ricercatori, è un consumo troppo basso di cereali integrali e troppo alto di sale”.

 

Sperling & Kupfer, pp240. 16 euro

Top
Questo sito utilizza i cookies, che consentono di ottimizzarne le prestazioni e di offrire una migliore esperienza all'utente. More details…