Perché quasi tutto quello che ci hanno detto sul cibo è sbagliato

Con Presi per la gola (Bollati Boringhieri, pp. 256, 24 euro), Tim Spector mette in guardia dalle diete miracolose, il più delle volte basate su dati scientifici a dir poco fallaci, quando non del tutto inesistenti. In realtà, più studiamo davvero la nutrizione, meno chiare sembrano le cose. Ogni capitolo del libro si pone l'obiettivo di sfatare un mito. Le calorie indicano quanto un cibo faccia ingrassare? Non proprio. La carne fa sempre male alla salute? Non è detto. Bere caffè fa male? Non sempre. I prodotti locali sono sempre i migliori e i più sostenibili? Non esattamente.

Spector esplora la mancanza di buona scienza alla base di molte raccomandazioni mediche e denuncia come l'industria alimentare domini le politiche nutrizionali degli Stati e le nostre scelte.

Presi per la gola è un libro che costringe a ridiscutere ogni programma dietetico, ogni raccomandazione ufficiale, ogni supposta cura miracolosa e ogni dettagliata etichetta alimentare, incoraggiando il lettore a ripensare completamente la relazione tra uomo e cibo.

 

 

 

 

Top
Questo sito utilizza i cookies, che consentono di ottimizzarne le prestazioni e di offrire una migliore esperienza all'utente. More details…