Con un probiotico multiceppo, multispecie e multigenere si riesce a integrare i microorganismi mancanti e a contrastare i non idonei. Inoltre, proprio per le diverse caratteristiche dei vari ceppi, specie e generi, questi possono sinergizzare e favorire la colonizzazione intestinale. Questo il messaggio chiave di un press webinar tenuto di recente da Patrizia Brigidi, docente di Biotecnologia delle fermentazioni presso il dipartimento di Farmacia e Biotecnologie di Bologna, durante il quale si è voluto ribadire il concetto di fingerprint batterico, ovvero di come ciascun individuo possegga un microbiota proprio, un’impronta personale e unica, proprio come quella digitale.

I primi tre mesi dell’anno hanno visto un incremento di vendita nel comparto integratori ma da aprile la situazione si è fatta più complicata. “Vitamine e Funzioni Immunitarie” e “Riposo Notturno & Calmanti” le categorie di prodotti più richieste, online e offline, con la farmacia che rimane il canale di vendita di elezione. In difficoltà i probiotici. Questo il quadro che emerge in questi mesi di convivenza con l’emergenza Covid-19per quanto riguarda il mercato degli integratori. Ne abbiamo parlato con Alessandro Golinelli, presidente di Integratori Italia, Simone Nucci, Newline ricerche di mercato e Alessandro Colombo, vicepresidente Integratori Italia.

Vitamina D, probiotici e uso corretto utilizzo degli integratori in relazione all’età. Questi gli argomenti al centro della campagna informativa sugli integratori alimentari di Integratori Italia e Unione nazionale consumatori (Unc) giunta quest’anno alla terza edizione.

Ci sono voluti anni di lavoro da parte di un panel internazionale di esperti per arrivare a riclassificare il genere Lactobacillus sulla base delle evidenze che la genetica ha via via portato alla luce nel corso del tempo. Frutto della fatica è la pubblicazione recente sull’International journal of systematic and evolutionary mirobiology della nuova tassonomia e dei criteri di classificazione. Quali novità? Quali implicazioni per gli scienziati, il mercato e i consumatori? Ne abbiamo parlato con Elisa Salvetti, ricercatrice presso del dipartimento di Biotecnologia dell’Università di Verona, tra i partecipanti al gruppo di lavoro.

Pagina 3 di 10
Top
Questo sito utilizza i cookies, che consentono di ottimizzarne le prestazioni e di offrire una migliore esperienza all'utente. More details…