Cinque semplici e pratici consigli per proteggere il sistema immunitario alle soglie della stagione invernale, temutissima per la condizione di pandemia in corso. Ci arrivano da Michela Barichella, dietologo e presidente di Brain and malnutrition in chronic diseases asssociation.

Dalla sua scoperta più di 50 anni fa, la lattoferrina è stata oggetto di più di 3 mila studi relativi agli effetti sul sistema immunitario ed è oggi considerata la proteina più polivalente presente nelle difese contro le lesioni dei tessuti e delle infezioni nei diversi vertebrati.  

"Non c'è nessun modo per rafforzare il nostro sistema immunitario in vista dell'autunno. L'unica cosa che serve sono i buoni stili di vita. Gli integratori alimentari che vengono proposti servono solo a chi li vende e non a chi li usa. Quindi, meglio non fumare e non eccedere con l'alcol, cercare di mantenere un'alimentazione regolare, non aumentare di peso e fare sport". Così Silvio Garattini, presidente dell'Istituto di ricerche farmacologiche Mario Negri di Milano, ospite nei giorni scorsi di 'SkyTg24', è tornato a ribadire le proprie posizioni sull’impiego degli integratori, stimolato in merito a come attrezzarsi rispetto al rischio seconda ondata di Covid-19 nella prossima stagione invernale. A stretto giro la risposta di alcuni dei più illustri esperti in ambito nutraceutico e fitoterapico.

Prestigioso riconoscimento agli studi sul microbiota intestinale quello attribuito da Nature Immunology a Paola Ricciardi Castagnoli, immunologa di fama mondiale e direttore del Comitato scientifico della Fondazione Toscana Life Sciences. In occasione del suo ventennale, infatti, la rivista ha scelto i 20 lavori più autorevoli di immunologia pubblicati in questo periodo tra i quali figura “Dendritic cells express tight junction proteins and penetrate gut epithelial monolayers to sample bacteria”, un’importante ricerca dedicata al microbiota intestinale pubblicata nel 2001 e della quale oggi l’immunologa racconta la storia in un commento  - “Sensing the Gut Microbiota”, che ripercorre l’attività di ricerca svolta tra la fine degli anni Novanta e l’inizio dei Duemila, culminata poi con la pubblicazione del lavoro sulla rivista.

Pagina 1 di 3
Top
Questo sito utilizza i cookies, che consentono di ottimizzarne le prestazioni e di offrire una migliore esperienza all'utente. More details…