“Da parte delle Autorità competenti non vi è alcuna indicazione all'approvvigionamento di iodio per un’eventuale minaccia nucleare. Pertanto, la richiesta di medicinali a base di questa sostanza è del tutto ingiustificata”.

Leggendo i dati disponibili in letteratura si deduce che il selenio, un micronutriente essenziale, ha un effetto protettivo su sistema cardiovascolare, diabete e alcuni tipi di cancro, oltre a esercitare un ruolo importante nelle malattie infiammatorie, nelle infezioni virali e nell’infertilità.

L’Italia ha raggiunto la iodosufficienza. Buone notizie, dunque, per il nostro Paese grazie all’indagine condotta dall’Osservatorio nazionale per il monitoraggio della iodoprofilassi in Italia (Osnami) dell’Istituto superiore di sanità (Iss), in collaborazione con gli Osservatori regionali per la prevenzione del gozzo.

Poiché l'ormone tiroideo è essenziale per il neurosviluppo, le donne incinte e i bambini piccoli sono particolarmente vulnerabili agli effetti della carenza di iodio. L'assunzione di questo nutriente deve essere aumentata durante la gravidanza, da 220 a 250 µg/die, per soddisfare le richieste di aumento della produzione e del trasferimento placentare dell'ormone tiroideo essenziale per uno sviluppo fetale ottimale. 

Pagina 1 di 2
Top
Questo sito utilizza i cookies, che consentono di ottimizzarne le prestazioni e di offrire una migliore esperienza all'utente. More details…