Screening rigoroso dei donatori di feci contro il rischio di trasmissione di Covid 19 in caso di trapianto di microbiota. La proposta arriva da un panel di esperti attraverso la rivista The Lancet

Goed (Global organization for Epa and Dha), l’associazione internazionale che rappresenta il mondo industriale che ruota intorno al mercato degli Omega 3, mette in guardia le aziende sui claim salutistici che richiamano alle proprietà immunomodulanti di questi prodotti, facilmente collegabili all’emergenza Covid 19 in corso. Dopo avere scandagliato la letteratura oggi disponibile, Goed sostiene che non vi sono prove sufficienti per sostenere effetti benefici di Epa e Dha sull’immunità antivirale nella popolazione sana.

Il 45% pazienti ricoverati è malnutrito con una perdita variabile di massa muscolare che aumenta il livello di debolezza e fragilità. Allo stesso tempo è noto che la malnutrizione determina un ritardo nei tempi di guarigione. Ecco quindi che la Società italiana di nutrizione clinica (Sinuc) ha diramato una nota in cui precisa come anche i pazienti ricoverati per l’infezione da Sars-coV-2 beneficerebbero di un precoce e adeguato approccio nutrizionale, prescritto da uno specialista esperto in nutrizione clinica con competenze in nutrizione artificiale che agisca al letto del paziente e al fianco dei team dedicati all’emergenza.

Alte dosi di vitamina C endovena potrebbero essere utili nella cura di Covid 19 ? A sollevare la questione, negli Stati Uniti, un articolo del New York Post che racconta un’esperienza specifica in corso in alcuni ospedali afferenti al Northwell Health, la più grande rete di strutture sanitarie dello Stato di New York.

Pagina 14 di 15
Top
Questo sito utilizza i cookies, che consentono di ottimizzarne le prestazioni e di offrire una migliore esperienza all'utente. More details…