Oltre il 30% dei pazienti con malattia tiroidea fa uso di integratori. Eppure, la classe medica mostra scetticismo totale o non si rivela sufficientemente preparata per discutere con loro di rischi e benefici, sulla base delle evidenze scientifiche che oggi emergono dalla ricerca.

Un’incidenza che varia dal 5,5 al 7,7 % negli over 60 sino al 22% oltre i 70 anni. Questi i dati che le statistiche ci restituiscono per ciò che concerne il cosiddetto mild cognitive impairment, ovvero il decadimento cognitivo lieve, che i neurologi considerano come una fase di transizione tra il normale invecchiamento e la demenza lieve e che, comunque, nel 10-15% per cento dei casi può considerarsi anticamera di gravi patologie neurodegenerative come l’Alzheimer.

Molti studi sperimentali hanno messo in evidenza in questi ultimi anni i meccanismi di regolazione e il ruolo immunomodulatore del resveratrolo, sia in vivo che in vitro. Questi dati ne rivelano un ruolo promettente in prevenzione e terapia di un'ampia varietà di patologie croniche tra cui malattie cardiovascolari, infiammatorie, metaboliche, neurologiche e della pelle e varie malattie infettive.

Pagina 2 di 2
Top
Questo sito utilizza i cookies, che consentono di ottimizzarne le prestazioni e di offrire una migliore esperienza all'utente. More details…