Integrazione con Omega-3 efficace nel danno muscolare da esercizio fisico

24 Marzo 2021

Il recupero dopo l’esercizio fisico è un punto focale nelle strategie in nutrizione dello sport, sia per l’atleta amatoriale che per quello d’élite. In particolare, dopo un esercizio che prevede sforzi eccentrici (per esempio la corsa in discesa per un runner), in quanto la contrazione muscolare determina un danno caratterizzato da dolore, edema e riduzione della mobilità articolare (Exercise induce muscle damage, Eimd), oltre al classico dolore muscolare ritardato post-esercizio (Delaye onset muscle damage, Doms) che, in qualche modo, chiunque abbia praticato esercizio fisico conosce.

Dal punto di vista funzionale, la conseguenza dell’Eimd e del Doms è la riduzione della forza muscolare che può essere stimata tra il 20 al 50% circa post esercizio, con una fase di recupero che può prevedere un periodo variabile tra due e sette giorni. A livello sistemico, l’esercizio fisico che determina Eimd è caratterizzato da una cascata infiammatoria con rilascio di molti mediatori dell’infiammazione, in particolare delle interleukine Il-6, Il-1ra, Il-10, del Tnf-a e il Cpk. 

Tra le strategie nutrizionali proposte per contrastare l’Emd e la Doms c’è la supplementazione con acidi grassi Omega-3 a dosi variabili, anche se la letteratura concorda su come una dose di 3 gr/die sia adeguata al fine di ottenere una risposta antinfiammatoria post-esercizio.

Uno studio recente ha valutato la possibile azione degli Omega-3 nel contrastare l’Eimd e il Doms in un gruppo di runners dopo una corsa in discesa.

Lo studio ha reclutato 14 maschi di età compresa tra 18 e 35 anni. I partecipanti dovevano astenersi da qualsiasi esercizio strutturato per 48 ore, caffeina e alcol nelle 24 h precedenti al protocollo Eimd, oltre che astenersi da esercizi eccentrici faticosi durante le cinque settimane dello studio così come nelle 72h post esercizio.

I 14 soggetti reclutati nello studio sono stati randomizzati in due gruppi, uno supplementato con 3 gr/die di Omega-3, suddivisi nella giornata tra colazione, pranzo e cena (N-3, n = 7) e uno con un placebo a base di Collagen (Pla, n = 7).

Dopo 4 settimane di integrazione, i soggetti erano sottoposti a un protocollo di corsa in discesa (60 min, 65% V̇o2max, 10% di pendenza) con acqua fornita ad libitum a intervalli di 15 minuti di corsa in modo tale che l’eventuale disidratazione non diventasse un fattore confondente. Sono stati valutati i livelli di Cpk, Il-6, Tnf-alfa e il dolore muscolare percepito con scala di autovalutazione. 

La massima contrazione isometrica volontaria (Mvic) valutata con dinamometro e la potenza di picco (test Wingate di 10 s su cicloergometro) sono stati quantificati prima, subito dopo Eimd e a 24, 48 e 72 ore di distanza. Lo stato d’idratazione è stato verificato controllando il peso specifico delle urine (Usg) e il colore. 

I risultati hanno evidenziato un dolore muscolare significativamente più basso a 24 ore dall'Eimd (p = 0,034) e una diminuzione dei livelli di Il-6 negli atleti supplementati con Omega-3 rispetto al placebo. Non si sono evidenziate differenze significative tra i due gruppi per ciò che riguardava i livelli di Cpk e Tnf-α. La forza muscolare è significativamente diminuita nel placebo rispetto al gruppo attivo.

Nel complesso, questi risultati supportano l'ipotesi che quattro settimane di supplementazione con 3 gr al giorno di omega-3 possano attenuare Eimd, Doms e picco di potenza. Inoltre, è stata osservata una riduzione della risposta infiammatoria immediatamente dopo l'esercizio eccentrico e una diminuzione delle Cpk nelle 24 h post esercizio.

Take home message

  • L’alimentazione tipica occidentale è caratterizzata da uno sbilanciamento nel rapporto di acidi grassi polinsaturi in favore degli Omega-6. Da qui i presupposti per la supplementazione con Omega-3 che hanno, tra le varie azioni, quella antinfiammatoria.
  • La supplementazione con acidi grassi Omega-3 può rappresentare una opzione efficace per ridurre il danno infiammatorio post-esercizio fisico di natura eccentrica, limitandone l’impatto negativo sulla forza muscolare e favorendo la sintesi proteica muscolare post-esercizio.
  • La dose di acidi grassi Omega-3 raccomandabile per ottenere una azione antinfiammatoria post-esercizio fisico è quantificabile in 3 gr/die, preferibilmente ripartita sui 3 pasti principali oppure in una unica somministrazione al mattino durante la colazione.

Fabrizio Angelini, Stefano Beschi - Sinseb (Società italiana nutrizione sport e benessere)

 

 

Top
Questo sito utilizza i cookies, che consentono di ottimizzarne le prestazioni e di offrire una migliore esperienza all'utente. More details…